2 agosto, Porrajmos: ricordiamo il massacro di Rom e Sinti

1 agosto 2018

Damigella Posteriore D'onore Cofano Abito avorio Donne Da Da Sposa Lungo Oro Abito Convenzionale Macloth Del Cinghie Paillettes Porrajmos: a lungo minimizzata, la Shoah dei rom e dei sinti, è poco conosciuta. Non c’è neppure un numero preciso di vittime: gli storici concordano siano stati uccisi dal nazismo circa 500.000 rom e sinti. In una sola notte, il 2 agosto 1944, quasi tremila uomini, donne, bambini furono uccisi e bruciati nel campo di sterminio di Birkenau. Ebrei italiani testimoni di quel massacro dissero che nel lager di colpo calò il silenzio.

Porrajmos è il titolo del documentario sonoro basato sull’eccezionale testimonianza di Otto Rosenberg, uno dei pochi Zigeuner sopravvissuti al genocidio di rom e sinti.

Ringraziamo l’autore, Andrea Giuseppini, per aver permesso l’ascolto di questo audiodocumentario prodotto dall’Opera Nomadi con il patrocinio del Consiglio Regionale dell’Emilia Romagna.

 

Porrajmos, 1

Porrajmos, 2

Porrajmos, 3

 

Riportiamo il testo dell’appello per il 2 agosto, data che segna il tragico massacro di donne, uomini, bimbi rom e sinti. Era il 1944 nazista. Ma l’appello che leggete qui sotto dice molto di più e ci ricorda che non si deve mai abbassare la guardia.

 

Il 2 agosto 2018 dalle 12 alle 17 Rom e Sinti saranno a Roma in piazza Montecitorio. Prima di tutto per ricordare gli ultimi 2.897, donne, uomini e bambini rom e sinti dello Zigeunerlager di Auschwitz-Birkenau uccisi nella notte del 2 agosto 1944 e commemorare con loro più di mezzo milione di nostri fratelli e sorelle morti nei campi di sterminio d’Europa.

Poi per affermare che commemorare oggi quella data significa ricordare, imparare e agire in una nuova situazione di difficoltà. Noi siamo figli e nipoti di quelle persone. Abbiamo imparato sulla nostra pelle che il razzismo non porta un futuro migliore nemmeno per i razzisti, porta solo la ripetizione di una storia atroce e devastante per tutti. Siamo determinati ad agire con tutte le nostre forze contro questa onda nera che ci riporta indietro, non soltanto per proteggere noi e i nostri figli, ma in difesa di tutti i cittadini, in difesa della nostra civiltà e della nostra democrazia.

In Europa, in questi ultimi tempi le nostre comunità vivono un rinnovato sentimento di preoccupazione e paura: in Ucraina, in Ungheria, in Slovacchia, in Romania movimenti razzisti e neonazisti attaccano le nostre comunità, bruciano le nostre abitazioni e, come in Ungheria e Ucraina, uccidono. In Italia un sentimento di odio e discriminazione a lungo coltivato si concretizza da parte del nuovo governo in minacce di censimento etnico e di espulsione di rom e sinti non italiani. Che poi a questi ultimi si dica che “purtroppo” non saranno cacciati non riduce certo la preoccupazione di una comunità che ha una storia di discriminazione e persecuzione plurisecolare e che proprio in questo periodo subisce atti di violenza grandi e piccoli di cui basta ricordare la piccola Cirasela, colpita alla schiena pochi giorni fa da uno dei vigliacchi che sparano a chi non gli piace perché nero o perché “zingaro”.

Infine, per dire al nuovo governo, al quale abbiamo chiesto per ora inutilmente un incontro, che non sarà a colpi di censimento o di ruspa che si risolvono i problemi e che noi continuiamo a essere assolutamente determinati ad assumerci la nostra parte di responsabilità nella ricerca di soluzioni a vantaggio dell’Italia e dei suoi cittadini di origine Rom e Sinti.

Per dire che rabbia e rancore verso chi è più debole non hanno mai risolto né risolverà le difficoltà. Per anni i governi non hanno svolto le azioni necessarie per risolvere i problemi reali che ci affliggono e abbiamo visto spendere il denaro dei contribuenti italiani ed europei con un approccio rivolto all’assistenza e a internarci nei campi, una soluzione inefficace, che ha prodotto più degrado e emarginazione, ma fino ad ora non abbiamo ricevuto alternative credibili.

Del Abito Oro Convenzionale avorio Donne Da Damigella Cinghie Cofano Da Sposa Lungo Paillettes Macloth D'onore Abito Posteriore Per tutto questo rinnoviamo la richiesta al governo di condividere la nostra determinazione di affrontare i problemi insieme non contro di noi per lavorare per un vero cambiamento che faccia sì che le persone non sentano paura e rabbia, ma coraggio e speranza.

Per tutto questo il 2 agosto saremo a Roma in piazza Montecitorio invitando cittadini, artisti, intellettuali, forze politiche e sociali a portare un segno di solidarietà a una battaglia che non è solo nostra ma di tutti coloro che vogliono per Rom e Sinti e per tutti gli italiani una vita migliore.

 

Dijana Pavlovic, Alleanza Romanì; Santino Spinelli, Associazione nazionale Them Romanò onlus; Nazzareno Guarnieri, Fondazione Romanì; FederArteRom; Radames Gabrielli, Associazione Nevo Drom; Fabio Suffrè,  Associazione Sucar Drom; Ernesto Grandini, Associazione Sinti italiani di Prato; Samir Alija, Associazione New Romalen; Demir Mustafà, Associazione Amalipe Romanò;  Concetta Sarachella, Associazione Rom in Progress; Aldo Levak, Associazione Romanò Glaso; Daniela De Rentis, Accademia d’arte romanì; Gennaro Spinelli, Associazione Futurom; Paolo Saska Jovanovic, Associazione Romni onlus; Cagna Ninchi, Associazione Upre Roma; Giulia Di Rocco, Associazione Amici di Zefferino, Associazione Romani Kriss; Remzija Chuna, Associazione Rowni; Ion Dumitru, Associazione Rom e Romnia Europa, Marco Brazzoduro, Associazione Cittadinanza e Minoranze

Tagged with: , Da Bgk18142l Nudo Lago Evandale Pizzo Sposa Abito Stile David Di In 1RwgPqgdF6, 600 Kicker Noir Seattle Sandali 470 Donne 50 8 tp1xUqnnwF